Eltern Fachkraftbrief auf Italienisch

Eltern Fachkraftbrief auf Italienisch, Stand 23.06.2021

Lesedauer:2 Minuten:

Ministero dell'Assia
per gli affari sociali e l'integrazione
Il Ministro

Wiesbaden, 23 giugno 2021

Gentili Signore e Signori,
cari genitori, cari collaboratori dei centri per l’infanzia,
negli ultimi mesi tutti noi abbiamo dovuto accettare notevoli restrizioni in tutti i settori della nostra vita a causa della pandemia di coronavirus. Ciò vale anche per le strutture per l’infanzia. Voi, cari genitori e collaboratori, avete superato insieme questo lungo periodo e avete contribuito a contenere la diffusione del coronavirus. Vi ringrazio sentitamente per il vostro impegno.
L'attuale andamento positivo delle cifre dell'infezione ci offre ora la possibilità di un allentamento delle misure di sicurezza, tenendo conto delle particolari necessità dei bambini delle quali siamo molto consapevoli. Per questo motivo, dopo un'attenta riflessione e in virtù dello sviluppo linguistico dei bambini e del tasso di vaccinazione del personale, abbiamo deciso di eliminare l'obbligo di indossare la mascherina per gli educatori e le educatrici nei Kita e nei centri diurni per l’infanzia. A partire dal prossimo venerdì, 25 giugno 2021, spetterà quindi ai gestori e al personale locale decidere se e in quali circostanze sarà opportuno e necessario indossare la mascherina durante l’attività pedagogica nelle strutture per l’infanzia e negli asili. Le singole strutture possono stabilire i relativi regolamenti nel quadro dei propri piani d’igiene. Inoltre i criteri igienici del Land sono stati adeguati e prevedono che tutti i visitatori e le visitatrici debbano indossare una mascherina di tipo chirurgico dal momento in cui entrano nel Kita/nel centro diurno.
I criteri igienici aggiornati saranno pubblicati a breve nella nostra homepage.

Sappiamo anche quanto siano state e siano difficili, per molte famiglie, le limitazioni degli orari di cura dell’infanzia. L’organizzazione in gruppi fissi crea notevoli criticità sia per le famiglie che per il personale. L'attuale andamento favorevole dell’epidemia ci permette di lavorare di nuovo con il sistema a gruppi aperti o parzialmente aperti, a condizione che la situazione del personale in loco lo permetta. Questa transizione richiederà un certo periodo di riorganizzazione. A partire da lunedì 5 luglio 2021 terminerà il sistema a gruppi fissi e potremo tornare a quello regolare su tutta la linea, sempre nel rispetto delle misure igieniche.
Allo stesso tempo vorremmo chiedervi espressamente di mantenere alta l’attenzione e restare prudenti per non pregiudicare i progressi fatti. Non siamo ancora in grado di valutare con esattezza l'impatto della nuova variante Delta. Se il numero di infezioni dovesse aumentare di nuovo, potrebbero essere necessarie nuove restrizioni. Rimane invariato il divieto di accesso ai servizi di cura dell’infanzia sia per i bambini che per gli adulti malati e per i soggetti in quarantena.
Molti collaboratori delle scuole dell’infanzia sono ora completamente vaccinati e quindi protetti contro un decorso grave della malattia. Nonostante ciò, le persone vaccinate o guarite possono ancora ammalarsi e trasmettere il virus, anche se la probabilità è notevolmente inferiore. L’istituto RKI sottolinea quindi che il rispetto della distanza e delle norme igieniche è ancora necessario anche per le persone vaccinate e guarite. Fino alle vacanze autunnali in Assia continueremo quindi a offrire test fai-da-te ai collaboratori delle nostre scuole dell’infanzia e chiediamo loro di farne uso.
Pur rallegrandoci per il notevole alleggerimento delle restrizioni ora possibile nel nostro sistema di cura dell’infanzia, mi appello a tutti voi affinché continuiate ad affrontare la pandemia con senso di responsabilità e cautela. Vi chiedo, cari genitori e cari collaboratori, di continuare a comportarvi in modo tale da non esporre voi stessi o chiunque altro a rischi evitabili di infezione. Abbiamo motivo di essere ottimisti ma non di essere imprudenti.

Fate molta attenzione durante gli incontri e accettate un'offerta di vaccinazione non appena la ricevete!
Con il rispetto e la coesione reciproci speriamo di riuscire insieme a conservare anche oltre l’estate ciò che abbiamo ottenuto e a mantenere nel lungo periodo il regolare funzionamento delle scuole dell’infanzia. Tutto questo è nelle nostre mani.
Cordiali saluti,
Kai Klose

Schlagworte zum Thema